Manager di te stesso tra equilibrio e instabilità

Manager di te stesso. Tra equilibrio e instabilità

Il cervello decide quello che sei, quello che puoi essere, quello che sarai.
Il cervello ha una rapporto elettivo con il cibo.!

È la nostra testa, in sintonia con tutti gli altri organi, che ci dice quando mangiare e quando smettere di mangiare.
È la nostra testa che ci suggerisce cosa mangiare.

Il lavoro ti stressa?
Sei sensibile al cambio di stagione?
Dormi male o poco?

Non dire prima o poi passerà, è solo periodo!
Non nasconderti dietro l’autocommiserazione del “capitano tutte a me”RIFLETTI!!

Prendi in mano la situazione con la prevenzione!!
Sei il manager di te stesso. Tra equilibrio e instabilità!

Il calo delle tue performance a lavoro, a scuola, in famiglia con gli amici, richiede un intervento mirato a risolvere la situazione nel tempo, in modo permanente.
Magari per un periodo! E poi..???

Non esiste lo stile di vita perfetto, tantomeno una lampada magica dalla quale un genio possa darci la soluzione a tutti i nostri problemi.
Ma esisti TU con la tua individualità e con il tuo modo di stare nel mondo per “Sentirti Bene”.

La ricerca ci dice che per mantenere il cervello in salute occorre nutrirsi con criterio, mangiare tutto moderatamente evitando obesità, sovrappeso e diabete.

Nel 2009 sul British Journal of Psychiatry, è comparso un ampio studio, al quale sono state sottoposte per 5 anni quasi 3500 persone di media età, dove si è dimostrato che quanti basavano la propria dieta su “cibi lavorati” tra cui insaccati, junk food, prodotti confezioni e qualsiasi altro tipo di cibo spazzatura, avevano un rischio maggiore di ammalarsi di depressione rispetto a chi privilegiava una dieta basata su vegetali, cereali integrali, pesce e frutta.

Su Frontiers in Aging Neuroscience, Mark Mattson, neuroscienziato dell’Istituto Nazionale sull’Invecchiamento degli USA, evidenzia che un eccesso calorico, dovuto ad una cattiva alimentazione, correlato ad un aumento del sovrappeso, accompagnati ad uno stile di vita sedentario portano ad un danneggiamento con conseguente deterioramento delle capacità cognitive.

Non puoi alternare periodi in cui sei al top, con periodi in cui ti senti una pila scarica..questo non comporta un effetto yo-yo che deteriora corpo e mente!

Ecco 2 semplici consigli da portare con te tutti i giorni:

1. PORTA IN TAVOLA LA VARIETÀ


Seguire un’alimentazione varia in colore, sapore e nutrienti privilegiando alimenti sani e naturali non preconfezionati e/o precucinati ricchi in ingredienti di difficile interpretazione.

Sane abitudini alimentari mantengono il nostro cervello in ottima forma senza dover ricorrere a costosi medicinali che oltre a svuotarci le tasche a lungo andare possono causare danni collaterali.

Ci avvaliamo del diritto ad usare la chirurgia per mantenere giovane il nostro corpo e il nostro cervello come lo manteniamo giovane?

Esso ha bisogno in primis di essere alimentato da “cibi vivi”, frutta e verdura ne sono un esempio!

Spinaci, cavoli, fragole, more, barbabietole sono alimenti ricchi di antiossidanti, vitamina C, carotene e omega 3 importanti per mantenerne la salute.

Gli alimenti ricchi di licopene sono in grado di ottimizzare le funzioni cerebrali, gli alimenti che presentano una buona quota di antocianine contrastano la perdita di memoria.

L’avocado grazie alla presenza di vitamina E, vitamina B6, tirosina e grassi monoinsaturi che favoriscono un importante flusso di sangue, è un alimento essenziale per un buon funzionamento delle cellule cerebrali.

I mirtilli, ricchi in antocianine, contrastano la perdita di memoria e il declino delle abilità motorie.

Le noci conosciute come il “cibo del cervello”, data anche la loro somiglianza con gli emisferi cerebrali, lo mantengono naturalmente in forma.

Il salmone ricco in proteine, selenio, vitamina E e omega3 è un valido aiuto per mantenere la concentrazione e per l’ottimizzazione delle funzioni nervose.

Gli alimenti integrali tendono a stimolare il cervello in quanto contengono maggiori percentuali di folati che possono aumentare il flusso di sangue alla testa.
Ricchi di vitamina B6 contengono, inoltre, tiamina una sostanza che migliora la memoria.

Il tè verde favorisce il rilassamento mentale grazie alla presenza di catechine. Ad esso è anche imputabile il miglioramento della memoria e della concentrazione nonché di facilitare un piacevole stato di benessere.

Le uova contengono colina ( sostanza organica classificata come nutriente essenziale) la quale, oltre a rafforzare la memoria centrale e il cervello, contribuisce ad aumentare le dimensioni dei neuroni.


CONSIGLIO

Rivedi le tue priorità e, quando ti è possibile, investi del tempo nel fare una spesa di qualità, fatta di materie prime e prodotti ricercati! Cucinare sarà più semplice con una buona spesa!

2. Dedicati il giusto tempo al pasto


Dedicare la completa attenzione al pasto è un MUST imprescindibile per assicurarsi una buona salute!

Togli il tablet, lo smartphone e spegni la televisione, mastica lentamente in modo da consentire al cervello di metabolizzare cosa stai mangiando.

Solo in questo modo il corpo potrà godere dei reali benefici derivanti dall’energia che gli è stata rifornita durante il pasto!

Mangiare bene, dunque, non è solo un vezzo o una “moda”.

Mangiare bene, è stato dimostrato, aumenti la plasticità nervosa e le funzioni cognitive, prevenendo disturbi neuro-degenerativi del cervello (quali Alzheimer e Parkinson).

Se costantemente, ti accorgi di non riuscire a ritagliare 5 piccoli momenti (colazione, pranzo, cena e due spuntini) per farti “un’atto di amore” come NUTRIRTI… allora la soluzione ai tuoi disturbi non la troverai in un caldo, aromatico e ristoratore caffè, ma interrogandoti sulle tue abitudine quotidiane!


CONSIGLIO

Ricorda il proverbio indiano che dice di fare colazione come un re, pranzo come un principe e cena come un povero!

Conclusione


In definitiva, occorre, dunque riconoscere un ruolo fondamentale della mente nella nostra quotidianità.

Vivere serenamente garantendosi un’armonia con se stessi e con gli altri fa parte dell’equilibrio psicologico e fisico dell’Uomo.

Vivere bene mangiando bene non è, di fatto, un’utopia o un’inattuabilità.
Ma una realtà.
La tua realtà che, se vuoi, può coincidere con la verità genetica del fisico.

Una realtà che esige rispetto e attenzione per quello che si è e non per essere un surrogato di se stessi.

Esci dalla confusione, ricerca l’armonia attraverso un modo genuino di alimentarti, selezionando con sapienza quanto più conforme alle esigenze basilari del tuo organismo

Evita le aggressioni, rispetta la libertà, gestisci li imprevisti, rimanendo fedele al tuo essere fisiologico.


Invita i tuoi amici a viaggiare con noi!
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someone

Ti è stato utile questo articolo?

Condividi con Mordicchiando!

Vuoi partecipare ad uno dei prossimi corsi di Mordicchiando per approfondire queste altre tematiche fondamentali per la conquista del tuo equilibrio psico-fisico?
Ti aspetto!

About the Author

FrancescaRomana Senesi

Consulente Nutrizionale, amante di tutto ciò che riguarda l’Alimentazione Naturale, diplomata in Nutritional Sport Consultant, ha ideato Mordicchiando. Un progetto finalizzato alla promozione di una sana e naturale alimentazione, rivolto a ragazzi adolescenti e ad adulti come punto di partenza per il miglioramento della salute, dell'intelletto e del comportamento. FrancescaRomana vuole promuovere la cultura del "Natural Food" come stile di vita per sentirsi bene con se stessi e con Mordicchiando intende trasmettere questo messaggio a tutti coloro che desiderano scoprire cosa significa “Vivere Bene Mangiando Bene”.

Invita i tuoi amici a viaggiare con noi!
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Email this to someone

Leave a Comment